Please wait...

Codice Lega Giochi

Lega Giochi
Articolo 1 : Obiettivi.

Lega Giochi è impegnata realizzare una rete fittamente interconnessa di persone, preparate e capaci di veicolare il meglio nel campo dell’intrattenimento intelligente, sostenendo il contatto umano la curiosità e all’allenamento costante della propria mente in particolar modo attraverso attività e strumenti ludici.

Lega Giochi
Articolo 2 : Attività.

Le attività principali di Lega Giochi sono:

  1. Sostenere la dignità del cervello come organo essenziale del corpo umano e la conseguente necessità di curarlo, allenarlo e tenerlo in buona salute.
  2. Promuovere tutte le attività collegate agli “sport per la mente” ed al “gioco intelligente”, comprese quelle riconosciute dal CONI e dal COI, come ad esempio gli Scacchi ed attraverso di esse tutelare la cultura, le tradizioni, l’istruzione, la formazione, lo sport dilettantistico e sostenere la ricerca scientifica principalmente in questi specifici ambiti.
  3. Strutturare gli iscritti in una rete interconnessa, così da agevolare il confronto e la crescita personale, anche attraverso incontri, tornei, seminari e sessioni di training individuale, seguite personalmente da responsabili appositamente formati, detti Play Coach.
  4. Creare gruppi per l’acquisto per ridurre i costi degli strumenti necessari all’allenamento mentale, oppure ideare ex novo e testare adeguati supporti e metodologie, anche sperimentali, consentendo agli iscritti di realizzare la propria “palestra dell’intelletto” sotto la supervisione diretta del proprio Play Coach.
  5. Diffondere la cultura del miglioramento personale come attività necessaria ed accessibile a chiunque. Tutti hanno diritto alle conoscenze ed agli strumenti esistenti: giovani, anziani, adulti, bambini, in particolar modo se svantaggiati o con difficoltà di apprendimento, anche fra classi sociali più umili, a prescindere da livello culturale, luogo di provenienza, ecc. Tutte queste risorse non devono rimanere appannaggio di una piccola nicchia, ma godere della massima divulgazione, anche a mezzo stampa o con l’organizzazione di eventi, iniziative e altro.

Lega Giochi
Articolo 3. Iscrizioni.

Per iscriversi a Lega Giochi è sufficiente avere compiuto 14 anni e registrarsi attraverso l’apposita pagina sul sito ufficiale. All’atto dell’iscrizione si accetta pienamente il presente Statuto e tutti i regolamenti collegati. Eventuali condotte contrarie alle regole e/o ai principi di Lega Giochi potranno portare a provvedimenti interni e persino all’espulsione.

  1. L’iscrizione sarà rinnovata automaticamente fino al momento in cui l’iscritto deciderà di cancellarsi dal sito. Con la cancellazione rinuncia qualsiasi diritto pregresso nei confronti dell’organizzazione, ivi compresi eventuali punteggi in sospeso, premi non riscossi, posizioni in graduatoria, ecc.
  2. Per garantire la massima trasparenza ogni iscritto, dal proprio profilo ha liberamente accesso a tutte le informazioni riservate: attività svolte, comunicazioni ufficiali, ecc.
  3. Ogni iscritto è seguito da un proprio Play Coach personale che lo aiuta a realizzare la propria “palestra dell’intelletto”, lo segue nei progressi e gli spiega come utilizzare gli strumenti a disposizione.
  4. Questa estrema attenzione alla crescita personale ed intellettuale, che prevede persino l’affiancamento da parte di un proprio Play Coach, può essere indicata come “il cuore” di Lega Giochi, ciò che garantisce di essere seguiti passo passo, di imparare e giungere rapidamente verso l’eccellenza. Chiunque può diventare Coach seguendo gli appositi corsi e contribuire alla crescita degli iscritti, di Lega Giochi e della società stessa.

Lega Giochi
Articolo 4. Limitazioni economiche.

Questo articolo contiene le regole che garantiscono la corretta gestione economica dell’organizzazione, bloccano qualsiasi meccanismo parassita o truffaldino e tutelano eventuali fondi degli gli iscritti a Lega Giochi.

  1. I fondi di Lega Giochi possono essere utilizzati solo ed esclusivamente per le finalità qui descritte, non è possibile utilizzarli diversamente ne tantomeno è possibile creare dividendi di alcun tipo. Eventuali rimanenze di fine anno andranno necessariamente a creare il fondo iniziale per l’anno successivo.
  2. Lega Giochi non si occupa in nessun caso di commercio. Anche nell’eventualità di gruppi d’acquisto, come previsto all’articolo 2.4 i prodotti saranno ridistribuiti a titolo gratuito fra partecipanti, eventuali contributi o donazioni serviranno esclusivamente a coprire le spese di acquisto, eventuali rimanenze si aggiungeranno ai fondi per le attività di Lega Giochi, con tutti i vincoli indicati.
  3. Essendo Lega Giochi una rete interconnessa (come da articolo 1.3), si pone la massima attenzione nell’evitare qualsiasi elemento o attività anche indirettamente riconducibile alle “attività piramidali” o “catene” vietate dalla legge 173/2005, con specifico riferimento agli articoli 5 e 6.
  4. Tutti i Play Coach iscritti a Lega Giochi vanno a comporre il “corpo degli insegnanti”. Ricevono parte del materiale didattico e l’apposito tesserino di riconoscimento che dovrà essere sempre esposto, così da permettere l’immediata identificazione durante le proprie attività di coaching. Eventuali rimborsi, anche parziali, che dovessero rendersi necessari per spese sostenute durante queste attività saranno concessi solo ed esclusivamente secondo i termini indicati dalla Legge-quadro sul volontariato 266/1991.
  5. Secondo i termini di legge al momento della richiesta di rimborso il Coach dovrà produrre la relativa documentazione attestante le effettive spese sostenute ed in ogni caso, anche se le spese risultassero superiori, il rimborso non andrà mai oltre la cifra spettante per la reale attività svolta.
  6. In ogni caso, come previsto dall’ art.10, D.LGS 460/97, rispetto ai valori stabiliti per legge dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro, la retribuzione non potrà superare il massimo del 20%, garantendo così l’effettiva attività di “volontariato senza scopi di lucro”.
  7. Tutte le donazioni saranno utilizzate per i fini sociali indicati, non è possibile fare speculazione economica, ne cederle a terzi, anche a titolo ereditario, ne richiederle indietro con o senza interessi di alcun tipo.
  8. Persino in caso di chiusura di Lega Giochi i fondi non potranno in alcun modo essere ridistribuiti ma dovranno necessariamente essere donati per intero ad una esterna organizzazione di volontariato di chiara fama e riconosciuta a livello nazionale.

Per tutto quanto non indicato valgono le vigenti disposizioni di legge.