Please wait...

iDucational

iDucational

“Il gioco concorre fattivamente allo sviluppo sociale, fisico e cognitivo e in particolare contribuisce al benessere emotivo degli individui”.
Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, 
Risoluzione 44/25 del 20 novembre 1989.

Lega Giochi
Lega Giochi
La maggior dei titoli presenti sul mercato hanno finalità esclusivamente ludiche e l’aspetto educativo semplicemente non esiste ed in qualche raro caso in cui si tenta di inserire una componente educativa, solitamente l’aspetto ludico è talmente trascurato da rendere il gioco oggettivamente brutto.
La linea iDucational vuole colmare questo vuoto con una serie di prodotti dove è curato con la massima attenzione sia l’aspetto ludico che quello educativo, andando a creare strumenti efficaci per la crescita personale, culturale e sociale, in linea con i principi dello statuto di Lega Giochi.

Il cervello è l’organo più importante del nostro corpo ma spesso è anche quello più trascurato.
Se pensiamo ad una persona dedicata allo sviluppo del proprio fisico, vengono subito in mente muscoli, palestre, sudore, ecc. eppure proprio li dove sembrerebbe risiedere il tempio della perfezione del corpo umano, raramente si presta uguale attenzione al cervello, come non fosse una parte di noi.

Purtroppo anche nelle scuole le cose non vanno meglio, l’insegnamento è quasi sempre basato sull’aspetto “nozionistico”, puntando più sul fornire informazioni che all’addestramento vero e proprio della mente umana. E’ vero che il primo aspetto influenza il secondo, ma affiancandovi esercizi specifici si otterrebbero risultati di gran lunga superiori.

Lega Giochi
Così come l’utilizzo corretto e ripetuto dei propri muscoli crea benefici, li sviluppa e contribuisce ad una buona salute fisica, allo stesso modo esistono attività ed esercizi in grado portare all’eccellenza la propria agilità mentale.

Facendo un parallelismo di tipo informatico possiamo identificare la nostra mente in due componenti : “il software” che rappresenta quel che sappiamo, i libri che abbiamo letto, le esperienze accumulate, ecc. e l’hardware che invece rappresenta proprio la parte fisica, per così dire la “potenza di calcolo” del nostro cervello.

Fortunatamente negli ultimi anni l’attenzione verso questo aspetto è andata via via crescendo, soprattutto grazie alla nascita di organizzazioni specifiche come l’associazione “Mensa” che raccoglie il 2% dei più alti Quozienti Intellettivi del pianeta, la Mind Sports Organisation e le Olimpiadi della Mente con un enorme seguito a livello mondiale, ecc.
In particolare i “Giochi Intelligenti” come attività sportiva hanno raggiunto un importante riconoscimento con l’inserimento degli Scacchi tra le attività del CONI e dal Comitato Olimpico Internazionale, dando finalmente al cervello la dignità di organo integrante del corpo umano.

Ma non solo Scacchi, l’elenco dei “Giochi Intelligenti” è composto da tantissimi titoli e tanti se ne aggiungono continuamente. Fra i più famosi troviamo anche Bridge, Dama, Go, Othello, Poker, Mastermind, Abalone, Twixt, Sudoku, ecc.

Lega Giochi
Un’altra grande affermazione arriva dalle attività di Team Building e Counseling, che negli ultimi anni sempre più aziende hanno cominciato ad utilizzare per ottimizzare la sinergia tra i propri dipendenti e la capacità produttiva generale. Aziende che investono tempo e denaro per far giocare i propri dipendenti di certo hanno piena coscienza dei vantaggi che ne otterranno.

Altri utilizzi li troviamo nella misura del Quoziente Intellettivo, nei test attitudinali, ecc. Strumenti che permettono ad aziende, forze militari, organizzazioni, scuole, ecc. di inserire un elemento nel ruolo più adatto a lui, fornendo una valutazione che va aldilà della preparazione culturale, indagando direttamente le sue potenzialità.

In ultimo un breve accenno va fatto anche alla Gioco-Terapia o “Play Therapy”, ampio settore d’intervento terapeutico ed educativo che fonda proprio sul gioco gli strumenti per aiutare a risolvere le difficoltà psicosociali e ottenere una crescita ottimale, laddove non si dovessero riscontrare patologie più gravi, ma qui inizia il campo medico, noi ci fermiamo a quello educativo da qui in poi lasciamo ai dottori la decisione sul come eventualmente utilizzare gli strumenti che la linea iDucational mette a disposizione.

 

 “Orandum est ut sit mens sana in corpore sano
Giovenale (Satire, X, 356)